La vita vista da qui

18 ottobre 2018 – 18.30

La Galleria Boragno ospita la presentazione del libro “La vita vista da qui“, frutto della prima edizione della scuola di scrittura “La fabbrica delle storie” diretta e condotta da Sara Rattaro (premio Bancarella 2015).  Dieci racconti, tra cui uno della stessa Rattaro, “La figlia inadatta”, sul meraviglioso e  tremendo tema del sopravvivere: ad una tragedia, ad un amore, ad un cambiamento. Ogni autore dell’antologia ha interpretato a proprio modo la sopravvivenza: dalle emozioni legate ad un abbandono, alle tragedie di fatti di cronaca realmente accaduti.
Tra autori dell’antologia, anche la bustocca Sarah Pellizzari Rabolini con il racconto “Una latta di pesche” ispirato al nonno partito, come molti, per la Campagna di Russia.  L’autrice ambienta la storia inizialmente a Busto Arsizio, nel 1941,  prima della chiamata del nonno per la leva obbligatoria, quando lavorava presso la ditta Macchi come autista. Proprio perché guidava i camion Nino parte per la spedizione con l’obbligo di portare rifornimenti al fronte, ma l’impresa si rivelerà una disfatta a causa del freddo gelido e delle scarse attrezzature dell’esercito italiano.  A salvare la vita a Nino sarà proprio il camion, così come una catenina al collo con la medaglietta della Madonna dell’Aiuto e una latta di pesche, che dá il titolo del racconto. Al rientro in patria, la Rabolini ci riporta in una Busto difesa dai partigiani e invasa ancora dai fascisti, citando luoghi e fatti della storia cittadina. Un racconto che commuove e che farà tornare alla memoria gli epici momenti di quegli anni.
All’incontro del 18 ottobre saanno presenti Sara Rattarol’editore Mauro Morellini e, tra gli autori, anche la stessa Sarah Pellizzari Rabolini.

Eventi